Benvenuti su GranTourItalia, il portale dedicato all'Italia. Il sito è in fase di avviamento, quindi non completo di funzionalità, informazioni, testi e servizi.
Seguici sui social:

Adotta un Melo in Val di Non: un weekend in agriturismo

La Val di Non è la più ampia valle del Trentino, si trova nel cuore occidentale della regione ed è ricca di boschi, corsi d'acqua e soprattutto di meleti, grazie ai quali il suo nome è famoso in tutta Europa.

Mele della Val di Non
Mele antiche della Val di Non - CC-BY-SA-2.5

La Valle appare come un immenso altipiano verde e soleggiato percorso da torrenti e ruscelli che hanno scavato per millenni la roccia formando quell'insieme di gole, cascate e burroni grazie ai quali essa è oggi conosciuta come "La Valle dei Canyon".

Tutto il territorio è caratterizzato dalla presenza di piccoli borghi, per lo più di origine contadina, mentre tra le foreste e le campagne coltivate a meleto sono presenti suggestive testimonianze di storia e cultura come il Santuario di San Romedio, uno dei più suggestivi eremi d'Europa o Castel Thun che domina elegante la valle dall'alto di una collina.

Nel periodo della fioritura dei meli gli agriturismi della Val di Non offrono ai turisti  la possibilità di conoscere da vicino la famosa mela Melinda della Val di Non, l'unica DOP italiana con l'iniziativa ADOTTA UN MELO. Un week-end completamente immersi nella campagna, ascoltando la storia della mela direttamente dal contadino e passeggiando tra i filari per scegliere un albero di mele da adottare.

Il pacchetto vacanza ADOTTA UN MELO è offerto in primavera, durante la fioritura dei meli, e in autunno, al tempo della raccolta. La fioritura dei meli è uno dei momenti più belli in cui visitare la Val di Non. Questa particolare iniziativa – promossa da alcuni agriturismi della valle – dà la possibilità di visitare i frutteti in compagnia dei loro proprietari, scegliere una pianta e tornare in autunno a raccogliere le proprie mele.

A fine soggiorno si affida la pianta fiorita nelle mani esperte dell'agricoltore che, con la consueta cura che dedica a ogni germoglio, si assume l'impegno di seguire la crescita dei frutti fino alla loro completa maturazione e di renderne conto tramite e-mail al "proprietario" virtuale.

Nei mesi di settembre ed ottobre, in concomitanza della grande festa del raccolto che anima l'intera valle, si può fare ritorno nello stesso agritur, ritrovare la famiglia amica e ritornare con lei nei campi per raccogliere i frutti del proprio albero. Un'intera cassetta di mele della pianta saranno di chi l'ha adottata e potrà portarle con sé a casa per gustarle in famiglia o con gli amici.