Benvenuti su GranTourItalia, il portale dedicato all'Italia. Il sito è in fase di avviamento, quindi non completo di funzionalità, informazioni, testi e servizi.
Seguici sui social:

Il Gioco del Ponte

A Pisa, sul fiume Arno, si trova il ponte Conte Ugolino, anche detto di Mezzo in quanto si trova giusto nel centro della città.

Ponte Di Mezzo
Ponte di Mezzo

Questo ponte collega piazza Garibaldi (nella parte di Tramontana) a piazza XX Settembre (a Mezzogiorno) e ogni ultimo sabato di giugno è sede di una festa storica: il Gioco del Ponte.

Questo peculiare gioco affonda le sue radici in un precedente gioco che esisteva al tempo della Repubblica di Pisa, il Mazzascudo e che, appunto, veniva giocato con uno scudo e una mazza. Si trattava di un gioco violento in cui si sfidavano i cittadini delle due parti dell’Arno, quelli della Gazza (attuale Tramontana) e quelli del Gallo (attuale Mezzogiorno).

Nel corso dei secoli il gioco è stato diverse volte interrotto e ripristinato, nonché modificato. L’attuale versione del Gioco del Ponte è stata ideata da Ferruccio Giovannini, ma è causa di numerose critiche. L’attuale versione prevede che le due Magistrature rappresentanti i quartieri cittadini e riunite nelle Parti di Mezzogiorno e Tramontana, spingano un carrello lungo un apposito binario montato sul Ponte di Mezzo, l’idea è quella di spingere il carrello verso la parte avversaria, quando cade la bandierina di fine corsa allora il combattimento finisce. Per il gioco si possono usare dei dispositivi di protezione, in quanto il collo, spalle e bracci poggiano sul carrello e si spinge all’indietro: un cuscino, una cintura di cuoio pesante con un bastone per appoggiare le mani e spingere con le braccia, scarpe particolari.

Inoltre, altro evento importante prima di questo Gioco del Ponte, riguarda il corteo storico che avviene prima dello scontro sul ponte. Il corteo inizia alle 20 ore e vi partecipano 710 figuranti, tutti in costume stile cinquecentesco spagnolo e 41 di loro sono a cavallo; il corteo si snoda sulle 4 strade che costeggiano il tratto centrale del fiume Arno.

Chi si sarebbe aspettato tutto questo da una città come Pisa? Eppure eccolo lì, il Gioco del Ponte.

Tags: