Benvenuti su GranTourItalia, il portale dedicato all'Italia. Il sito è in fase di avviamento, quindi non completo di funzionalità, informazioni, testi e servizi.
Seguici sui social:

Un Mare di Bontà 2018: l’8ª edizione dell’evento gastronomico a Santa Tecla

Il 5 agosto 2018 si è svolto nel piccolo paesino di Santa Tecla, a Catania, Un Mare di Bontà, evento gastronomico di successo, giunto ormai alla sua ottava edizione.

Si è dato il via a questo attesissimo appuntamento con il cibo alle ore 20.30, con il viale e le piazze principali del paese gremite di abitanti del luogo e di turisti, entrambi molto curiosi di assaporare le prelibatezze offerte da Un Mare di Bontà.
Per l’occasione, è stato montato un palco che ha dato spettacolo sin dalle prime battute dell’evento, condotto da Salvo Fichera e da Roberta Romano: musica (anche con i bravissimi Samarcanda), calore, intrattenimento e tante risate hanno accompagnato le persone presenti nel corso delle degustazioni. Tra i principali stand, emergevano i due dedicati ai piatti a base di maccheroni, presi letteralmente d’assalto dalla folla presente a Santa Tecla: la degustazione prevedeva maccheroni in sugo di pomodoro, melanzane fritte, finocchietto, cipolla, uvetta sultanina, olio evo. Le verdure, quali finocchietto e carciofini, sono state fornite dall’azienda Spirito Contadino.

Maionese di sedano, rapa e anice stellato, alga mauro, salicornia, oreille de cochon, tris di crudi (tonno, salmone, cobia), sale affumicato, aria di acqua di mare.

Di grande successo anche lo stand dedicato all’insalata di mare, offerta da Calabria Pesca, da anni partner del Centro Surgelati di Acireale, con classica pagnotta del Forno Spina, preparata con cura dallo staff delle cucine. Da ricordare come Calabria Pesca con Il Centro Surgelati siano riusciti, dopo tanti sforzi, a far capire l’importanza di un buon surgelato, che quando è d’eccellenza può far parte delle nostre tavole.

A seguire, la postazione “Chef for blu lab“, con gli chef Nico Scalora, Elio Micalizzi, Giovanni Speciale ed Alessandra Ragusa e Valentina Rafà. I piatti offerti sono stati composti da uno stecco di cobia pai pai su misticanza di verdure e da una tartare di Cobia con julienne di carciofi marinati in aquamaris realizzata dallo chef Alfio Visalli; e da maionese di sedano, rapa e anice stellato, alga mauro, salicornia, oreille de cochon, tris di crudi (tonno, salmone, cobia), sale affumicato, aria di acqua di mare.

Hanno trovato spazio, durante Un mare di bontà, anche le postazioni dedicate alle ostriche, accompagnate dai vini di tenuta Valle delle Ferle ed in Carrozza, argomentate e servite dal Sommelier Salvo Di Bella; al beverage con cantine del Conte uvaggio che ha proposto due bianchi, un Rosato del Conte anno 2016 e un nerello del 2015; e ai drink: si degustava Maris Panama, il cocktail di Marco Pollaci e del suo collaboratore Giovanni D’Agata, con acquadimare, vodka Giovy, liquore ai fiori di sambuco, succo di limone verdello di sicilia, passion fruit, e side con foglia di borragine dell’azienda spirito contadino a sostegno di tocchetti di cobia, mayo di soia e caviale di maracuja.

Infine le postazioni dedicate ai dolci: la torta realizzata da Conpait delegazione Sicilia con un maestro d’eccellenza, il Presidente Peppe Leotta; i cannoli siciliani proposti dai piccoli pasticceri; la mega anguriata offerta agli ospiti dall’azienda New Fruit.

Quest’anno, Un mare di bontà ha rivolto particolare attenzione anche all’ambiente, con uno slogan a impatto zero che rispetta la natura. Durante la serata, sono stati vari gli interventi informativi da parte di Maurizio Rubera (tu si bio di Siracusa), il quale, presentando i monouso biodegradabili, ha spiegato l’importanza del compostabile, seguito dallo chef Alfio Visalli che ha ribadito la sua filosofia sulla pesca etica, sul sano e sulla ricerca dell’eccellenza nelle nostre tavole.